Feste private zona bianca: ecco tutte le regole

Feste private zona bianca
Feste private zona bianca

Ormai da qualche mese tutta l’Italia si trova in zona bianca avendo così l’opportunità di organizzare feste private di vario genere. Ma, quali sono le regole da seguire? Rispetto alla zona gialla o arancione nella zona bianca le misure anti contagio adottate son sicuramente meno stringenti. Ma occorre comunque prestare molta attenzione e soprattutto conoscere bene le regole da seguire.

Feste private in zona bianca

Sapere quali sono le regole da seguire quando ci si trova nella situazione di dover organizzare una festa privata di qualsiasi genere è molto importante. Nel corso dei mesi, da quando ha avuto inizio la pandemia di Covid-19, le regole sono cambiate diverse volte e spesso variano a seconda della zona in cui ci si trova. E soprattutto a seconda di quello che è il numero di casi registrato.

Da qualche mese l’intera Italia si trova in zona bianca e quindi le regole da seguire sono le stesse per ogni Regione. Ma, cosa si può fare in zona bianca? In queste zone sono state aperte le sale giochi e le sale scommesse, i bingo, i casinò, i parchi tematici e i parchi divertimento, centri culturali, ricreativi e sociali. Altro dettaglio importante è che nelle zone bianche è stato abolito il coprifuoco ma è rimasto comunque obbligatorio continuare ad indossare la mascherina e mantenere il distanziamento.

Le regole da seguire

Tra le diverse attività consentite in zona bianca vi troviamo anche l’organizzazione delle feste private e banchetti per celebrazioni civili o religiose sia all’aperto sia al chiuso. Ciò significa che è consentito organizzare feste di compleanno, feste di matrimonio ma anche comunioni, cresime, battesimi, anniversari e semplici incontri tra parenti e amici. In tutti questi casi però occorre sempre rispettare delle specifiche regole. Quali? Prima di tutto è opportuno precisare che per i banchetti non è previsto alcun limite al numero degli invitati ma è chiaro che bisognerà tenere in considerazione quella che è la capienza del locale.

Feste private zona bianca

Tutti gli invitati dovranno inoltre presentare il green pass ovvero la certificazione verde che si può ottenere solamente in tre modi. E nello specifico tramite il vaccino, 15 giorni dopo la prima dose oppure con la seconda dose. Oppure ancora con tampone con esito negativo nelle 48 ore precedenti se rapido e 72 ore se molecolare. Oppure, in ultimo, con il certificato di avvenuta guarigione da covid 19.

E’ sempre opportuno precisare che essere in zona bianca significa avere qualche libertà in più ma non una libertà totale. Occorre sempre evitare gli assembramenti e mantenere un distanziamento interpersonale di 1 metro. Inoltre non bisogna mai dimenticare di continuare ad indossare la mascherina al chiuso e all’aperto quando non si riesce a mantenere il distanziamento sopracitato.  Sono esonerati da tutto questo coloro che si trovano da soli o in compagnia dei conviventi, coloro che bevono o mangiano e coloro che svolgono attività sportiva. Inoltre sono esonerati anche i bambini di età inferiore ai 6 anni e le persone affette da specifiche patologie considerate incompatibili con l’utilizzo di tali dispositivi (come nel caso di una comunione a Roma o un battesimo a Roma).

Per ulteriori informazioni visitate https://www.governo.it/it/articolo/domande-frequenti-sulle-misure-adottate-dal-governo/15638

Richiedi un preventivo gratuito

    Nome e cognome (richiesto)

    La tua email (richiesto)

    Cellulare (richiesto)

    Data evento (richiesto)

    Numero di persone (richiesto)

    Richieste particolari

    Autorizzazione al trattamento dei dati personali ai sensi della legge 196/2003

    WhatsApp Contattaci su WhatsApp